This website uses third party cookies to improve your experience. If you continue browsing or close this notice, you will accept their use.

Languages

Programma didattico

1° modulo: (4/5 marzo 2016) Introduzione, quadro normativo e vantaggi della Diversità & Inclusione 

Prima Giornata: 4 marzo 2016

 1. Aspetti introduttivi (2 ore)  - Marco Buemi (docente ed esperto in Diversity Management) 

  • Cos’è il Diversity Management
  • Storia del Diversity Management
  • Il Diversity Management come strumento di boost per l’innovazione e la generazione delle idee

  2. I ritorni economici del diversity management (2 ore) – Cristina Catania, Amelia De Candiziis (consulenti McKinsey) 

  • Che effetti produce il DM
  • L'impatto sulla performance
  • Vantaggi per la persona, per l'impresa e per la PA in termini di produttività e clima aziendale 

  3. Soap box: di quali diversità si occupa il Diversity Management (1 ora) - Mohamed Ba (attore, autore teatrale e musicista)

Seconda Giornata: 5 marzo 2016

 1. Conoscere il diversity management (3 ore) - Marco Buemi (docente ed esperto in Diversity Management) 

 2. Aspetti normativi e di organizzazione  (2 ore) - Pietro Falletta (docente LUISS di “Diritto di Internet”)

  • Il quadro normativo 
  • Adeguamento delle policy e delle normative
  • Normative, policy e diversità: quali impatti e quali possibilità.

2° modulo: (8/9 aprile 2016) Contesto nazionale, internazionale e processi organizzativi

Terza Giornata: 8 aprile 2016

 1. Benchmarking internazionale: buone pratiche e legislazione UE (2 ore) – Marco Buemi  (docente ed esperto in Diversity Management) 

  • Modelli di integrazione in Italia ed in Europa
  • Le ragioni e la storia delle discriminazioni, fuori e dentro il mondo del lavoro
  • La gestione delle differenze nel mondo del lavoro

 2. Quale organizzazione per il Diversity Management (2 ore) - Fabio Galluccio (responsabile People caring, Telecom Italia) 

  • La figura del Diversity Manager
  • Organismi interni a supporto del Diversity Management (comitati, advisory board, …)
  • Modello centralizzato vs modello diffuso

3. Soap box: (1 ora) Valorizzare la managerialità al femminile – Anna Zattoni (Direttore Generale Valore D)

Quarta giornata: 9 aprile 2016

 1. La strategia sul Diversity Management dell’Unione Europea (2 ore) – Massimo Serpieri (Vice Capo Unità DG Giustizia della Commissione Europea)

  • Strategia della Commissione Europea
  • Analisi di buone pratiche

2. Il Diversity Management nei processi di governance pubblica (3 ore)-  Comune di Bologna

  • Gestione della diversità nella PA
  • Case history

3° modulo (6/7 maggio 2016): Superare il pregiudizio per migliorare i processi organizzativi

Quinta giornata: 6 maggio 2016

 1. Aspetti psicologici (2 ore) - Fabio Giommi o Christian Balducci 

  •  L’unconscious bias,  una forma di distorsione della valutazione causata dal pregiudizio che crea errori nel  giudizio/valutazione delle persone
  •  I pregiudizi e i preconcetti seppelliti nell’inconscio sono sorprendentemente forti e influenzano le nostre decisioni, intaccano i nostri sentimenti e di conseguenza le nostre azioni.
  •  Acquisire strumenti, metodi e pratiche per il superamento dell’unconscious bias.

2. Il Diversity Management nei processi aziendali aziendali (1 ora) – Francesco Cardamone (responsabile People Caring & Internal Communication, Telecom Italia)

  •  Valori, identità, recruiting, selezione  e culture organizzative inclusive (docenza Telecom Italia)

3. Case history (1 ora) – Valerio Di Bussolo (Responsabile Relazioni Esterne, IKEA Italia)

4. Soap box: includere le persone LGBT in azienda (1 ora) – Igor Suran di PARKS

Sesta giornata: 7 maggio 2016

1. Il Diversity Management nei processi aziendali (2 ore): Pino Mercuri (HR Director, Microsoft Italia)

  •  Organizzazione
  •  Gestione e sviluppo 
  •  Formazione

2. Case history (1 ora) Sofia Nasi (Ferrovie dello Stato)

3. Il diversity management nei processi di governance pubblica (2 ore) – Ilda Curti, Assessore Pari Opportunità, Tempi e Orari, Comune di Torino 

  •  Organizzazione
  •  Formazione
  •  Gestione e sviluppo 

4° modulo (27/28 maggio 2016): La diversità come sfida per imprese e leader. La dimensione dell’età: teorie e pratiche di age management

Settima giornata: 27 maggio 2016

1. La diversità come paradigma di una società molteplice e accogliente. Una sfida anche per l’executive education (4 ore) Gabriele Gabrielli, Laura Innocenti (docenti Università LUISS Guido Carli e LUISS Business School)

  •  Dall’introduzione del concetto di diversità come attitudine all’inclusione
  •  La diversità di età: una dimensione da valorizzare
  •  Età o generazioni?
  •  Ripensare l'età e la sua gestione

2. Soap box: L’ageing e il dialogo intergenerazionale (1 ora) - Ruggero Bodo (Socio fondatore e consigliere di indirizzo della Fondazione Sodalitas)

Ottava giornata: 28 maggio 2016

1. Le pratiche di age diversity management  (3 ore) - Prof. Innocenti (Università LUISS Guido Carli e LUISS  Business School)

  •  Invecchiamento e diversità di età: le principali implicazioni per le organizzazioni
  •  Ripensare le pratiche di gestione delle risorse umane per valorizzare i collaboratori a tutte le età
  •  Alcune best practice di age inclusion: i risultati di una survey

2. Comunicare la diversità nei luoghi di lavoro e nella società (2 ore): Marco Buemi (docente ed esperto in Diversity Management

  • Campagne di comunicazioni nei luoghi di lavoro
  • Campagne di comunicazioni nella società 

5° modulo (3/4 giugno 2016): Progettare le politiche di integrazione della Diversity

Nona giornata: 3 giugno 2016

1. Laboratorio: lavorare su una specifica diversity Marco Autorino (consulente, P&B)

2. Soap box (1 ora): gestire la disabilità docenza , confronto tra 3 disabili affermati nel mondo del lavoro – Monia Dardi della Fondazione Adecco 

Decima giornata: 4 giugno 2016

1. Laboratorio: progettare un piano di diversity management (3 ore): Marco Autorino (consulente, P&B)

  •  Coinvolgere e formare il management
  •  Implementare progetti/attività di diffusione culturale e di inclusione
  •  Integrazione del piano di DM all’interno:

 I   Della narrazione complessiva aziendale
 II  Del piano di sviluppo, gestione e organizzazione del lavoro delle persone
 III Dell’identità complessiva aziendale

2. Benchmarking: la parola alle aziende: (3 ore)

  •  Barilla
  •  Microsoft
  •  Acea
  •  Unicredit
  •  AXA