This website uses third party cookies to improve your experience. If you continue browsing or close this notice, you will accept their use.

Ammissione

In considerazione della crescente necessità di nuove figure professionali in grado di costituire “l’anello di congiunzione” tra il settore privato e quello pubblico nel settore del contrasto alla corruzione, il master è prevalentemente rivolto a:

  • Manager e imprenditori privati, operatori del mondo bancario e finanziario, amministratori di aziende, avvocati, commercialisti e in generale professionisti interessati ad acquisire competenze altamente specialistiche nel settore della compliance aziendale anticorruzione e del risk management;
  • Dirigenti, funzionari e dipendenti delle amministrazioni pubbliche, interessati a specializzarsi in materia di prevenzione e gestione del rischio-corruzione e di trasparenza, anche alla luce degli sviluppi normativi degli ultimi anni.
  • Laureati prevalentemente in giurisprudenza, scienze politiche ed economia, interessati ad acquisire le conoscenze necessarie per proporsi come operatori qualificati, nel settore privato e in quello pubblico, in materia di prevenzione e gestione del rischio-corruzione;

Possono partecipare alle selezioni i laureati magistrali o del vecchio ordinamento nonché coloro che siano in possesso di un titolo universitario equivalente conseguito presso università estere.

È consentita l’iscrizione, con riserva, anche ai laureandi che discutano la tesi entro la sessione straordinaria (marzo/aprile 2018) dell’anno accademico 2016/2017.

L’ammissione al master è subordinata a una positiva valutazione del curriculum del candidato, nonché al successivo superamento di un colloquio motivazionale/attitudinale.

Il master è a numero chiuso; per presentare la richiesta di ammissione compilare la domanda online entro il 20 novembre 2017.