Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Rivoluzione digitale e cybersecurity

       10

La crescita esponenziale di attacchi informatici contro rilevanti comparti della pubblica amministrazione rappresenta un fenomeno preoccupante nonché una potenziale minaccia per il corretto ed efficiente funzionamento delle istituzioni. 

Per prevenire e contrastare le vulnerabilità degli apparati pubblici non è sufficiente migliorare le prestazioni delle strutture deputate all’area ICT. È indispensabile agire contemporaneamente anche in altre due direzioni:

  • irrobustire i presidi tecnologici per la protezione delle reti e dei perimetri organizzativi della PA;
  • contribuire alla formazione del capitale umano della PA in modo da agire sui profili istituzionali, gestionali ed organizzativi. 

Sul versante delle risorse umane la situazione richiede un aggiornamento professionale. Spesso il dirigente pubblico è a conoscenza delle opportunità in termini di efficienza, efficacia e capacità di controllo offerte dalle ICT ma non sempre è consapevole dei molteplici rischi legati alla crescente integrazione dei sistemi, delle reti, delle pratiche organizzative e dei comportamenti di dipendenti pubblici e cittadini. La rivoluzione tecnologica pone, viceversa, la necessità stringente di ridefinire in termini nuovi le competenze, il ruolo e la cultura digitale del dirigente pubblico nonché la di ridisegnare – nel quadro di una visione unitaria ed integrata – le molteplici strutture amministrative della pubblica amministrazione.

Leggi il policy brief sulla cybersecurity nella Publica Amministrazione a cui hanno contribuito i partecipanti del Corso.