This website uses third party cookies to improve your experience. If you continue browsing or close this notice, you will accept their use.

Struttura Didattica

L’approccio manageriale, utilizzato lungo tutto il percorso formativo, consente ai partecipanti del Master di acquisire competenze multidisciplinari, tecniche e metodologie aziendali focalizzate sulla gestione della filiera  del turismo e delle sue imprese, inserite in un territorio da valorizzare, che non è più uno ‘sfondo’, ma parte integrante del valore dell’esperienza del viaggiatore che farà la differenza.

In ogni edizione, il piano del master viene ricalibrato in base ai feedback delle imprese, ai suggerimenti dei manager che collaborano attivamente durante lo svolgimento del corso con docenze, presenze in aula per testimonianze, seminari, incontri, per mantenere la più forte aderenza all’evoluzione costante del settore.

Per l’Anno Accademico 2021-2022 il piano del master ha inteso mantenere il focus  sull’impatto della pandemia Covid-19 sul turismo e sull’esigenza di promuovere un’offerta formativa potenziata nei contenuti con un accento specifico sul fattore digitale, per contribuire al rilancio di una delle industrie più importanti del nostro Paese che deve allineare il suo futuro a nuove condizioni di scenario.

Per ripartire infatti occorre formare  competenze e skills in grado di favorire il rinnovamento, il cambiamento nel turismo, in tutta la sua filiera, la cui offerta deve essere rapidamente adeguata alle mutate esigenze, ai trend  in rapido consolidamento, ai diversi mercati, alla valorizzazione strategica del territorio per viaggiatori nazionali e internazionali.

Per recuperare competitività non sono sufficienti investimenti economici pubblici e privati, occorre infatti, in parallelo, formare competenze e skills in grado di favorire il rinnovamento, il cambiamento nel turismo, in tutta la sua filiera, la cui offerta deve essere rapidamente adeguata alle mutate esigenze, ai trend in rapido consolidamento, ai diversi mercati, alla valorizzazione strategica del territorio per viaggiatori nazionali e internazionali.

La novità dell’Anno Accademico 2021-2022 sarà rappresentata, accanto al proseguimento del percorso sul ‘Destination Management’,  dall’inserimento di nuovi contenuti didattici su ‘Progettazione del prodotto turistico: dal Tour Operating al Travel Design’ un potenziamento indispensabile per fornire ulteriori competenze tecniche e rispondere alle esigenze di riposizionamento dell’offerta dei territori e di innovazione di prodotto necessari a intercettare la domanda di turisti che non si accontentano più solo del ‘dove’, ma del ‘perché’ si spostano e per i quali occorre costruire proposte basate sulle caratteristiche delle destinazioni stesse, incentrate sull’esperienza, sulla relazione e su quanto ciascun target -nazionale ed estero - desidera di specifico per scegliere. 

Il progetto  trasversale ’Inside the Hotellerie’ – percorso guidato nel mondo dell’ospitalità attraverso la collaborazione con i partner della filiera, si arricchirà  di una importante integrazione dedicata a “Data Driven Web Customer Journey – For Hotels” che consentirà agli studenti di acquisire le competenze per gestire il viaggio del potenziale ospite, convertendolo in cliente diretto dell’hotel: lezioni svolte con metodologia “Flipped Classroom” e realizzazioni pratiche su software e piattaforme diffuse sul mercato italiano con introduzione ad algoritmi di Intelligenza Artificiale a supporto del lavoro quotidiano.

In parallelo il corso di Microsoft Excel, gestito anche con metodologia “Flipped Classroom” verrà integrato con strumenti di “Gamification” per lavorare con schemi relazionali, e porre le basi per effettuare analisi data-driven, oggi indispensabili per qualsiasi impresa competitiva. 

Gli insegnamenti per le competenze di base ed i corsi di carattere tecnico-operativo utilizzano in prevalenza didattica laboratoriale e di scenari, project learning e flipped learning per migliorare il ciclo di apprendimento attraverso il più diretto coinvolgimento degli studenti. Gli allievi, inoltre, hanno l’opportunità di confrontarsi con testimoni eccellenti del settore con i quali, divisi in gruppi, partecipano a un business game, predispongono il business plan di una nuova iniziativa, sviluppano in un project work il new opening o il refurbishment di un hotel o di un’altra attività turistica (concept, experience, location, business plan), definiscono un piano web & social media marketing di un’impresa turistica, si sfidano su strategie di revenue management. Appositi laboratori sono dedicati ai digital skills ormai indispensabili per lavorare nel settore.

Gli studenti partecipano – ove possibile per l’attuale situazione - a eventi di settore, convegni, workshop, contest aziendali, site inspection in hotel, navi da crociera, spazi congressuali per entrare nel ‘vivo’ dell’operatività dei diversi contesti lavorativi.

Dopo la parte d’aula, che inizia a gennaio e si conclude a fine giugno, gli studenti, grazie al servizio di placement, hanno l’opportunità di fare un’esperienza di stage formativo presso imprese della filiera. Parallelamente allo stage, sono impegnati nella redazione di elaborati assegnati quali prova finale di alcuni insegnamenti, prima del project work finale. 

MTT dura un anno da gennaio a gennaio dell’anno successivo, con frequenza obbligatoria. Le lezioni si tengono dal lunedì al venerdì (9.30-13.30) con rientri pomeridiani in base alle esigenze didattiche[1]. Modalità di frequenza: presenza e distanza. Verrà infatti utilizzata, per la didattica, una formula mista che prevede l’erogazione degli insegnamenti in contemporanea in aula e su piattaforma e la possibilità di svolgere seminari e altre attività previste anche a distanza. Questo anche al fine di garantire, in condizioni attuali di perdurante incertezza sanitaria, un percorso didattico ed una frequenza regolare. Questo anche al fine di garantire, in condizioni attuali di possibili emergenze sanitarie, un percorso didattico regolare.

Questo anche al fine di garantire, in condizioni attuali di incertezza sanitaria, un percorso didattico regolare.

Durante il mese di dicembre 2021, dopo il successo dell’esperienza del 2019, si svolgerà il ‘Boot Camp’, momento di avvio del Master e di aggregazione fondamentale per gli studenti. Per una settimana si succederanno incontri con manager e docenti per avere una immersione concreta e diretta nella complessità del turismo, discutere, affrontare, analizzare temi cruciali per il settore, conoscere le molteplici imprese della filiera e i loro modelli di business.

Il completamento  del percorso di studi, il superamento delle prove previste e la discussione del project work finale comportano il conseguimento di 60 crediti formativi ed il rilascio del diploma di Master di I livello in “Turismo e territorio: economia, marketing, eco-sostenibilità”.

Per gli iscritti al modulo ‘Destination Management’ il corso si svolgerà dal venerdì (14.00-18.30) al sabato (9.00-14.00) + 1 pomeriggio infrasettimanale (14-18.30); per 5 settimane (distribuite tra gennaio e giugno) con la possibilità di svolgere le lezioni sia in presenza sia in  e-learning su piattaforma.

Verrà inoltre rilasciato, a conclusione del corso e del Project work finale, un attestato di frequenza al modulo di Alta Formazione di “Destination Management”.

[1] Non saranno ammessi alla discussione finale del project work per il rilascio del Diploma coloro che avranno accumulato assenze per più del 30% delle ore di lezione e che non avranno superato tutte le prove d’esame previste .